L’osservatorio del racconto in Cattedrale

Trattando di racconti, non potevo non soffermarmi su un progetto denominato Cattedrale osservatorio sul racconto, avviato dalla scrittrice Rossella Milone.

Il nome del progetto – non c’è scritto da nessuna parte, ma mi sembra ovvio – è un rimando al famoso racconto di Raymond Carver, Cattedrale appunto, che narra, in prima persona, di un uomo che intrattiene un amico della moglie, cieco, che è andato a fare loro visita, e nel corso della serata si trova a spiegargli come è fatta una cattedrale. Tutto qui, il racconto. La differenza la fa Raymond Carver, e ci sarà tempo per un post anche su questo racconto.

Tornando invece al tema di questo post, la parte più interessante e originale del progetto è l’osservatorio esordiente che vuole dare (e qui cito)

spazio al monitoraggio delle scritture inedite ed esordienti che – proprio in virtù del pregiudizio che penalizza le raccolte di racconti – sono impossibilitate a svelarsi. Siamo convinti, invece, che ci siano racconti belli da leggere da qualche parte, e noi vogliamo leggerli. 

Non sono stati pubblicati molti esordienti, appena una dozzina dal 2017. Del resto l’Osservatorio si propone di essere molto selettivo:

Lo spazio esordiente sarà una vetrina di eccellenza e di estremo rigore, dalla selezione severissima, proprio per garantire alla forma breve la qualità che le compete (esordienti avvisati!)

In soldoni, se volete tentare la fortuna e mandare un vostro racconto all’Osservatorio, ecco i requisiti:

  • i racconti non devono superare i 15000 caratteri (che più o meno sono 3 paginette)
  • inviare insieme al testo una breve biografia e una scheda in cui si dichiara che il racconto è assolutamente inedito

… e buona fortuna, inizierete un’attesa che forse durerà per sempre 😉 Del resto, il progetto dell’Osservatorio è molto articolato e prevede anche dei corsi di scrittura, quindi forse è quella la strada da seguire per vedersi pubblicati in vetrina.

Indipendentemente dalla risposta, che molto, molto probabilmente non arriverà mai, comunque vale la pena farci un giro all’Osservatorio soprattutto se volete conoscere le ultime novità presenti in libreria in fatto di racconti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: